Percorsi in centro storico

Scoprire Belluno è il progetto che propone una serie di percorsi tematici per valorizzare il centro storico del capoluogo. Si tratta di cinque passeggiate tematiche che consentono ai visitatori di gustare le bellezze della Città in modo mirato, allargando le visite dall’immediato cuore del centro al vicinissimo fiume Piave o all’area cittadina caratterizzata dall’architettura di inizio ‘900 e in generale offrendo validissime alternative agli itinerari più scontati.

I cinque percorsi (Clicca sul nome dei singoli percorsi per trovare una descrizione più approfondita).

  • percorso viola, “Zattieri”: parte da piazza dei Martiri e arriva a Porta Rugo, costeggiando i resti delle mura storiche lungo via Sottocastello, per poi incontrare Ponte della Vittoria, Ponte Vecchio ed esplorare Borgo Piave;
  • percorso giallo, “900”: parte dal Palasport e arriva fino in via Garibaldi, compiendo un viaggio nella Belluno della prima metà del secolo, attraverso significativi esempi di architettura per lo più ad opera di Riccardo Alfarè ma non solo;
  • percorso blu, “Dino Buzzati”: parte dalla stazione ferroviaria e arriva in piazza Duomo, con una sosta sulla terrazza panoramica di piazza Castello, da cui si può ammirare in lontananza la chiesetta di S. Pellegrino annessa a villa Buzzati;
  • percorso rosso, “Dolomiti”: parte da piazza Piloni dal centro visitatori del parco Nazionale della Dolomiti Bellunesi, e arriva in Piazza Duomo, snodandosi nel cuore più caratteristico della città, tra piazza Santo Stefano, piazza Mercato e la torre civica.
  • percorso verde, “Sebastiano Ricci”: parte dal parcheggio di Lambioi e arriva a Porta Rugo, passando davanti al Museo Civico e lungo via Mezzaterra.

Visualizza Scoprire Belluno in una mappa di dimensioni maggiori – Scarica il file KML per google earth.

Visualizza e scarica la Mappa “Scoprire Belluno” in formato pdf (12,5 MB)

Foto di copertina di Manuele Sangalli

Percorso viola: Zattieri

Camminare lungo il fiume Belluno, la città splendente (dal celtico “Bellodunum”), venne così denominata dai Celti per la felice posizione dalla quale si domina la valle e le vie fluviali. La città, con i suoi colori e la sua mirabile stratificazione architettonica è incorniciata dal paesaggio dolomitico. Partendo da Piazza dei Martiri l’itinerario si sviluppa… Continue reading Percorso viola: Zattieri

Percorso giallo: 900

L’architettura del ‘900 Belluno, la città splendente (dal celtico “belo-donum”), venne così denominata dai Celti per la felice posizione dalla quale si dominano la valle e le vie fluviali. La città, con i suoi colori e la sua mirabile stratificazione architettonica, è incorniciata dal paesaggio dolomitico. Dal parcheggio del Palasport si risale verso la residenziale… Continue reading Percorso giallo: 900

Percorso blu: Dino Buzzati

Passeggiando con Buzzati Belluno, la città splendente (dal celtico “Bellodunum”), venne così denominata dai Celti per la felice posizione dalla quale si domina la valle e le vie fluviali. La città, con i suoi colori e la sua mirabile stratificazione architettonica è incorniciata dal paesaggio dolomitico. L’itinerario parte dalla Stazione Ferroviaria e procede in linea… Continue reading Percorso blu: Dino Buzzati

Percorso rosso: Dolomiti

Al cospetto delle montagne Belluno, la città splendente (dal celtico “Bellodunum”), venne così denominata dai Celti per la felice posizione dalla quale si domina la valle e le vie fluviali. La città, con i suoi colori e la sua mirabile stratificazione architettonica è incorniciata dal paesaggio dolomitico. L’itinerario parte da Piazza Piloni, dove, nella vecchia… Continue reading Percorso rosso: Dolomiti

Percorso verde: Sebastiano Ricci

I colori di Sebastiano Ricci Belluno, la città splendente (dal celtico “Bellodunum”), venne così denominata dai Celti per la felice posizione dalla quale si domina la valle e le vie fluviali. La città, con i suoi colori e la sua mirabile stratificazione architettonica è incorniciata dal paesaggio dolomitico. L’itinerario parte da Piazza Duomo, la piazza… Continue reading Percorso verde: Sebastiano Ricci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *