Piazza delle Erbe

Una delle piazze più significative della città. Tra i palazzi che la circondano spicca il Monte di Pietà. Iniziato nel 1501 sulla spinta della predicazione del servita frate Elia da Brescia, il palazzo venne completato nel 1531. Conserva ancora il portone originale rinforzato con liste di ferro, nonché parte della decorazione a fresco che in origine doveva ricoprire interamente i locali interni.

Sulla facciata, oltre al simbolo originale del Monte, cioè una “Pietà” in pietra a tutto tondo e ad un leone veneto parzialmente scalpellato dai giacobini nel 1797, compaiono numerosi stemmi dei rettori veneti che garantirono l’autonomia amministrativa e gestionale del Monte dai ripetuti tentativi di ingerenza attuati dal Consiglio dei Nobili. Le relative epigrafi sono state invece accuratamente scalpellate dagli stessi veneziani nel 1691, in esecuzione di una decisione contraria all’eccessiva esaltazione dei rettori di terra ferma. Nell’annessa chiesa della Beata Vergine della Salute, sotto il portico al piano terra, importanti opere di Andrea Brustolon e Leonardo Ridolfi (1684-1758).

Built between 1501 and 1531 the palace still shows the original door and part of the original frescoes inside. On the facade is the symbol of the pawnbroker’s, carved in stone. There are numerous coats of arms of Venetian rectors who assured the administrative autonomy of the pawnbroker’s. In the annexed Vergine della Salute church there are works by Andrea Brustolon and Leonardo Ridolfi.

Foto di radel_ da instagram

This post is also available in: Inglese, Portoghese, Brasile