Rassegna “Passi e trapassi”: MEMENTO MORI

Un avvertimento impertinente o richiamo “vitale”?
Incontro con il filosofo e teologo Rinaldo Ottone.
“Ricordati che devi morire” sembra oggi un richiamo inopportuno e imbarazzante: perché mai si dovrebbe ricordare una cosa del genere?
Non è forse molto meglio concentrarsi sulla vita e su quello che ha da offrire? Nel passato questo avvertimento serviva per richiamare alla coscienza del singolo il fatto che, dopo la morte, ci sarebbe stato un giudizio finale e che, in quel momento, con una speciale bilancia, si sarebbero dovuti fare i conti. Una simile prospettiva sembra oggi difficile da sostenere, perfino fra i credenti.
Se è così, quale significato può avere un simile avvertimento a ricordare qualcosa che, in fondo, nessuno vuole più sentire?

 

 

 

Sto caricando la mappa ....

Dove
Sala Bianchi

Quando
martedì 7 novembre
20:30 - 22:00

Categorie No Categorie Tags