Historia: “La Tregua di Natale” – introduzione di Alessandro Faccioli

La rassegna teatrale “Historia”, presentata da TibTeatri, propone una serie di spettacoli introdotti da relatori d’eccezione, per riflettere e far riflettere sui cambiamenti del nostro tempo. Il teatro torna ad essere quel laboratorio arcaico in cui un’intera comunità riflette su sé stessa, e solo attraverso il rito catartico che si svolge sul palcoscenico cerca – e capisce – la via da seguire. Per questo agli spettacoli sono associati dei contributi di pensiero affinché questo progetto sia occasione di confronto non solo con gli artisti, ma anche con chi tra filosofi, storici, politici, psicologi, giornalisti, scrittori, interpreta gli eventi del passato e quelli del presente.

Terzo appuntamento sabato 24 febbraio alle ore 20.00Alessandro Faccioli, insegnante di Storia e Critica del Cinema presso l’Università di Padova, parlerà de “Il corpo del nemico ucciso. La lunga vita (e morte) dei filmati della Grande Guerra italiana”.

A seguire, alle ore 21.00 la Compagnia Anfiteatro porterà in scena La Tregua di Natale, con Marco Continanza, testo e regia Giuseppe Di Bello, scene Laura Clerici.

Durante l’inverno del 1914, al confine tra la Francia e il Belgio, inglesi e tedeschi erano impantanati in una logorante guerra di posizione combattuta nella disumana condizione delle trincee. Era la vigilia di Natale e per entrambi gli schieramenti, assieme agli ordini che dicevano che i combattimenti non avrebbero dovuto essere interrotti per nessun motivo, arrivarono pacchi dono
che contenevano dolci, liquori,tabacco, alberelli natalizi e candele… e … una tregua… Una tregua? Una tregua che nei giorni successivi si diffuse a macchia d’olio. Dalle trincee partirono
innumerevoli lettere per raccontare alle famiglie quello che stava accadendo, alcune di quelle lettere, assieme a qualche foto, finirono sui quotidiani: inglesi e tedeschi si stringevano la mano sui
campi di battaglia! Intervennero gli alti comandi e la tregua fu interrotta, ma i soldati fecero un patto solenne: nel caso li avessero costretti a riprendere i combattimenti nessuno avrebbe mirato
ad altezza uomo, avrebbero reso inoffensive le munizioni… “sparando alle stelle, in cielo”.


Lo spettacolo verrà accompagnato dalla mostra Memorie di Memorie. Da Sarajevo alla “Vittoria Mutilata”. I quotidiani raccontano la Grande Guerra. La mostra è stata allestita con le prime
pagine dei giornali dell’epoca (in originale) – 23 tavole per illustrare dal 1914 al 1921 gli avvenimenti salienti del conflitto.

 

Info e prenotazioni:

tel.0437-950555
info@tibteatro.it
ABBONAMENTI : ridotto 60€ (under30-over60) – intero 80€
BIGLIETTI SINGOLI : ridotto 15€ (under30-over60) – intero 20€

 

Sto caricando la mappa ....

Dove
Teatro Comunale

Quando
sabato 24 febbraio
20:00 - 23:30

Categorie No Categorie Tags